Approfondimenti

Rundetårn - Copenaghen

In evidenza

 

March 05, 2017

Entrata in vigore del DM sui requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti

Il 2 marzo 2017 è entrato in vigore il DM 13 ottobre 2016, n. 264 “Regolamento recante criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti” (pubblicato sulla GU del 15 febbraio 2017, n. 38 ).

Tale norma definisce alcune modalità con le quali il detentore può dimostrare che sono soddisfatte le condizioni generali di cui all'articolo 184 bis del D.Lgs 152/2006, al fine di favorire ed agevolare l'utilizzo come sottoprodotti di sostanze ed oggetti che derivano da un processo di produzione ed assicurare una maggiore uniformità nell'interpretazione e nell'applicazione della definizione di rifiuto.

Il decreto si applica ai residui di produzione (intesi come ogni materiale o sostanza che non è deliberatamente prodotto in un processo di produzione e che può essere o non essere un rifiuto) mentre non si applica: 

a) ai prodotti (intesi come ogni materiale o sostanza che è ottenuto deliberatamente nell'ambito di un processo di produzione o risultato di una scelta tecnica. In molti casi è possibile identificare uno o più prodotti primari);
b) alle sostanze e ai materiali esclusi dal regime dei rifiuti ai sensi dell'articolo 185 del D.Lgs 152/2006; 
c) ai residui derivanti da attività di consumo. 

Restano, comunque, ferme le disposizioni speciali adottate per la gestione di specifiche tipologie e categorie di residui, tra cui le norme in materia di gestione delle terre e rocce da scavo.

Nell'Allegato 1 è riportato, per specifiche categorie di residui produttivi, un elenco delle principali norme che regolamentano l'impiego dei residui medesimi, nonché una serie di operazioni e di attività che possono costituire normali pratiche industriali.

February 01, 2017

VIA Decreto Direttoriale Min Amb n. 6/2017 modalità di versamento oneri economici attività istruttorie/monitoraggio/controllo procedure VAS/VIA di competenza statale

La Direzione per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente ha emanato il Decreto Direttoriale n. 6 del 17 gennaio 2017 recante le modalità di versamento degli oneri economici a carico dei proponenti per lo svolgimento delle attività istruttorie, di monitoraggio e controllo delle procedure di VAS e di VIA di competenza statale, emanato in attuazione di quanto previsto dal Decreto 25 ottobre 2016, n. 245.

In particolare, nell’Allegato I vengono fornite le indicazioni sulla documentazione da presentare e sono illustrate le modalità per il calcolo del valore delle opere, per il versamento del contributo e per la presentazione dell’attestazione di pagamento.

È stata inoltre aggiornata sul Portale delle valutazioni ambientali VAS-VIA (www.va.minambiente.it) del Ministero dell’Ambiente la modulistica di riferimento per la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 (valore delle opere e pagamento oneri istruttori).

Maggiori informazioni, e la relativa documentazione, sono reperibili alla pagina dedicata sul sito web del Ministero dell'Ambiente.

Please reload

March 30, 2016

AIA di competenza statale: approvata nuova modulistica

Sul sito istituzionale del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è stato pubblicato il D.M. 15 marzo 2016, n. 86:

Definizione della modulistica da compilare per la presentazione della domanda di autorizzazione integrata ambientale di competenza statale".

Please reload

March 06, 2016

Il Conto Termico 2.0 è in Gazzetta Ufficiale

Semplificazioni e nuovi interventi incentivabili nel Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 16 Febbraio 2016. Tra le varie novità segnaliamo le nuove tipologie di intervento previste per le pubbliche amministrazioni:

  • trasformazione in “edifici a energia quasi zero”; 

  • sostituzione dei sistemi per l’illuminazione con dispositivi efficienti;

  • installazione di tecnologie di building automation e termoregolazione/contabilizzazione del calore.

Please reload

February 16, 2016

Novità dall'ISPRA sull'impatto ambientale e sanitario

Pubblicate dall'ISPRA le nuove linee guida per la valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario. Finalmente anche in Italia la prima proposta di approccio metodologico per l'integrazione della valutazione di impatto sanitario nelle procedure di VIA, VAS e AIA.

Please reload

© 2016 Engea Consulting  Partita Iva 02132460680

  • Facebook Basic Black
  • LinkedIn Basic Black
  • Twitter Basic Black